Elisarion > opera pittorica > Il dipinto circolare > 24
Il dipinto circolare «il chiaro mondo dei beati» di Elisarion: Sull'amaca al mare
1234567891011121314151617181920212223scena 24252627282930313233

Sull'amaca al mare

«Tu sei il mio dondolante destriero

Compagno di caccia,

Tu sei il mio cavallo e ti cavalco

Lungo il mare e nel largo

Pur rimando nel luogo più bello.

Cavalcare, un bello sport;

Una volta popolare tra i bambini,

Non più su muti cavallini di legno.

Tu sei il mio cavallo bello e vivo

E ti posso guidare anche senza morso

Senza che debba strappar le briglia.

Ciao! Mio compagno a dondolo.»

 

«Eh, sì, ti porto volentieri,

Senza fatica, vicino e lontano,

Dondolando su reti verdi e naturali

Svolazzante puledro.

Mi sembra un gioco raffinato,

Nitrir non posso, ma ridere,

Una si vicina e saporosa mira

In questo mondo davvero meraviglioso,

Molte e senza fine

Sempre nuove gioie.»

«In questo libero Mondo divino

Ognuno può rallegrarsi,

Come meglio pare a lui e agli altri,

E senza doversene pentire,

Siamo uniti nella fedeltà

Senza insolenze o inimicizie.»

 

«Si, bella saggezza, veramente.

Così, la vita meravigliosa diventa.

Allegria, allegri sempre!

Non ti butto giù.»

Scena 24

Un efebo siede su un altro giovane sdraiato. Il primo tiene il secondo giocosamente con una ghirlanda fiorita a mo' di redini.